La nostra formazione: la Scuola della Terra!


La formazione in aula



La Scuola

La Scuola della Terra - Emilio Sereni è un percorso di formazione in agricoltura rivolto a giovani fino a 40 anni, che offre conoscenze e competenze per mettere in pratica un modello di produzione ecologica del cibo. Ideata da Terra!, con il sostegno Nando and Elsa Peretti Foundation, la Scuola prevede una formazione blended, che intreccia lezioni in presenza e online, visite in azienda e laboratori.  In una società in transizione ecologica e digitale, infatti, è importante che anche i futuri agricoltori siano capaci di conoscere e governare le possibilità offerte dalla digitalizzazione. Al termine del percorso, in maniera partecipata verrà effettuata una selezione che porterà 3 dei 15 partecipanti a svolgere un tirocinio retribuito di 3 mesi nelle aziende partner. Una risposta concreta ai tanti giovani che hanno bisogno di un supporto per avvicinarsi all’agricoltura.



La pratica in azienda

 

La formazione

La Scuola nasce per trasmettere conoscenze e competenze, ma anche per mettere in connessione i giovani con le aziende agricole. In questo quadro, la formazione, rivolta a 15 partecipanti per ciclo prevede una fase teorica (costruita sul modello blended learning, che intreccia tecniche digitali e analogiche) e una fase pratica (basata su momenti di confronto, visite in azienda e l'elaborazione di un project work, cioè l'ideazione di un progetto che metta in pratica quanto appreso durante il percorso formativo). Il periodo della formazione ha la durata di circa un mese, per un totale di 140 ore tra lezioni teoriche, laboratori, visite in azienda. 

Con il sostegno di 

https://cdn.associazioneterra.it/150x150/media/post/9uale3z/logo-nando-peretti-found.png


I nostri docenti

Anna Maria Stagno

Anna Maria Stagno

Archeologia rurale e del paesaggio

Anna Maria Stagno è un'archeologa postmedievista, dottore di ricerca in Geografia storica, è professoressa associata in metodologie della ricerca archeologica e coordinatrice del Laboratorio di Archeologia e Storia Ambientale (Centro Interdipartimentale di Ricerca DAFIST-DISTAV) dell'Università di Genova, dove insegna archeologia rurale e del paesaggio, archeologia postmedievale e storia della cultura materiale. Studia la storia e l'archeologia delle società rurali europee, i sistemi storici di gestione e attivazione delle risorse ambientali con particolare riferimento alle pratiche di condivisione delle risorse e ai demani collettivi. Nelle sue ricerche ha avviato una riflessione critica sui processi di patrimonializzazione e approfondisce il contributo che la ricerca può dare al futuro sostenibile delle aree rurali europee. Ha svolto ricerca in diverse università europee, ed è la responsabile scientifica del progetto ANTIGONE (Archaeology of sharing practices, ERC Stg 2019) dedicato al processo di marginalizzazione delle società montane europee negli ultimi tre secoli, e la corresponsabile scientifica di CLOE (MSCA CoFund DP), un programma di formazione dottorale interdisciplinare, centrato sui temi dello sviluppo e conservazione della montagna a partire da prospettive storiche, ambientali e giuridiche.

Mostra di più
Fabio Naldoni

Fabio Naldoni

Amministrazione

Ha iniziato nel 1984 a frequentare uno studio commercialista, e ha conosciuto aziende di ogni tipo, le loro dinamiche e i loro piccoli e grandi problemi. La passione per l’agricoltura lo ha portato ad approfondire la normativa specifica per conoscere a fondo le regole amministrative, contabili, fiscali e previdenziali delle aziende agricole. Cerca quindi di rendere semplici le regole per fare in modo che gli agricoltori possano operare al meglio e avere la massima resa, oltre che dai propri campi, anche dalle possibilità offerte dalla legge.

Mostra di più
Fabrizio Bottari

Fabrizio Bottari

Varietà locali

Fabrizio Bottari è nato a Chiavari, città dove tuttora risiede. In val d'Aveto, a mille metri di altezza, sull'Appennino tra Liguria ed Emilia, coltiva centinaia di varietà, salvandole dall'estinzione. Nel 1996 ha pubblicato il suo primo libro "Tigullio: la Liguria in un golfo", a cui hanno fatto seguito "Cinque Terre e un Golfo" (2001) e "Montagne silenziose" (2005).

Mostra di più
Francesca Zappalà

Francesca Zappalà

La nuova PAC

Mostra di più
Lorenzo Costa

Lorenzo Costa

Risorse e processi naturali in agricoltura

Lorenzo Costa studia e pratica la progettazione in permacultura dal 2015 nella sua azienda agricola, La Scoscesa, di 9 ettari in provincia di Siena. Diplomato in permacultura dal 2019, è ora tutor di diploma riconosciuto dall’Accademia Italiana di Permacultura. Collabora come consulente editoriale con case editrici inglesi ed americane per la pubblicazione di libri legati alla progettazione in permacultura. Si occupa di recensioni di libri per alcune riviste di permacultura e segue anche il suo progetto di biblioteca di progettazione e ecologia presso la Scoscesa. È componente del direttivo dell'Accademia Italiana di Permacultura. Si occupa in particolare di lettura del paesaggio e gestione dell’acqua piovana partendo dallo studio sulla sua azienda e con consulenze in altre realtà sul territorio italiano.

Mostra di più
Matteo Mancini

Matteo Mancini

Agricoltura organica
e rigenerativa

Coordinatore tecnico DeaFal DeaFal Vision Rigenerare i suoli per rigenerare le società.Comunità sociali e naturali complesse si radicano e evolvono grazie al riconoscimento della dignità delle persone e all’interazione armonica tra mondo rurale ed urbano. Mission Cooperazione internazionale e nazionale: la diversità come ricchezza e lo scambio di saperi come metodo.Deafal promuove e diffonde lo studio, la formazione, la sperimentazione e l’applicazione di metodologie innovative in ambito agronomico, economico e sociale per la produzione di cibo sano e accessibile a tutti generando così una società giusta ed equa.

Mostra di più
Philippe Lemoussu

Philippe Lemoussu

Agricoltura - fertilità del suolo

Mi chiamo Philippe Lemoussu, la mia vita è iniziata in una fattoria del sud ovest della Francia. Non me la sono sentita di riprendere l’attività di mio padre, ho quindi girovagato tra tanti mestieri fino a una quindicina di anni fa in cui ho fatto un mio ritorno alla terra a Neirone in Valfontanabuona in alcune fasce che si trovano a 700 m di altitudine e in una casa che con mia moglie abbiamo chiamato eremo agricolo. Ho un azienda agricola che per diversi anni ha prodotto patate e verdure distribuite ai gas assieme ad altre aziende agricole della zona. Oggi la produzione è per il consumo familiare, inoltre abbiamo frequentemente ospiti a cui facciamo assaggiare il profumo dell'intensa vita selvatica che ci circonda. All'epoca quel ritorno era una necessità di salute, avevo in qualche modo bisogno di fertilizzare la mia vita. In effetti ha grandemente contribuito la scoperta della vita incredibile che anima il suolo e quindi, da autodidatta, ho indagato questo argomento. Uno di questi passaggi è stato la traduzione di un libro su una tecnica di fertilizzazione, il brf. Oggi sto ancora sperimentando approcci di fertilizzazione sempre più in armonia con me e con il mio ambiente.

Mostra di più
Raffaella Banchero

Raffaella Banchero

Comunicazione sensibile

Laureata in lettere ma con un’innata passione per l’economia, quella di relazione e solidale. Per quasi 20 anni cresce professionalmente in una grande agenzia di comunicazione. Come vice direttore creativo si è confrontata con clienti e progetti importanti, spesso premiati, occupandosi solo nottetempo di comunicare i temi a lei più cari. Oggi finalmente può dedicarvi tutto il suo tempo. Una scelta di coerenza, passione e soddisfazione che condivide con ottimi compagni di strada.Eterna ottimista e viaggiatrice, è una gioiosa madre di tre figli, con un marito che la sopporta e supporta Per saperne di più: Yoge studio associato - Grafica e comunicazione sensibile

Mostra di più
Sebastiano Salvidio

Sebastiano Salvidio

Attrattori turistici e biodiversità

Nato a Genova e laureatosi in Scienze naturali. Attualmente è professore associato in Zoologia pressol’Università di Genova dove insegna Zoologia applicata, Biologia della Conservazione e Introduzioneall’Erpetologia. Si occupa principalmente di ricerche sulla biologia, ecologia e conservazione deglianfibi e rettili italiani e del bacino del Mediterraneo. Oltre all’erpetologia, si interessa anche allavalutazione e valorizzazione della biodiversità in ambiente agro-silvo-pastorale. Ha partecipato adiversi progetti europei LIFE sulla conservazione di specie e habitat a rischio di estinzione eattualmente coordina il progetto internazionale IRIS- Inspiring Rural Heritage finanziato dalla JointProgramming Initiative on Cultural Heritage. E’ stato Presidente della Società Italiana di Erpetologiadal 2004 al 2008.

Mostra di più
Teresa Rosato

Teresa Rosato

Comunicazione sensibile

Ha studiato design per il prodotto e design per la comunicazione presso il Politecnico di Milano e la Brunel University di Londra.Dopo la laurea al Politecnico ed un incarico a Milano, si stabilisce a Londra dove rimane per diversi anni ritagliandosi dello spazio persobale nel fervido clima creativo internazione della capitale.Desiderosa di portare la propria esperienza in Italia, dopo un periodo a Bergamo, ritorna nella città di Genova dove incontra Barbara ed il progetto Yoge.Dal 2011 si cimenta con entusiasmo e professionalità in progetti di comunicazione sensibile. Per saperne di più: Yoge studio associato - Grafica e comunicazione sensibile

Mostra di più

I corsi online riservati alla Scuola

Come si amministra un'azienda agricola

Come si amministra un'azienda agricola

L'agricoltore, la normativa e gli adempimenti amministrativi. In questa lezione Fabio Naldoni fornisce una panoramica sui temi riguardanti gli obblighi e le procedure burocratiche delle imprese agricole. Cosa sono e come si aprono una partita iva e un fascicolo aziendale? A chi rivolgersi per l’iscrizione alla Camera di commercio, quali obblighi ci sono in ambito previdenziale? Le risposte a queste domande sono il cuore della lezione, accompagnate da alcuni cenni di contabilità di base.

Requisiti:

  • Riservato partecipanti Scuola Terra

Docente: Fabio Naldoni

Gratuito

MAGGIORI INFORMAZIONI
Comunicazione etica

Comunicazione etica

Dalla scelta dei semi alla raccolta. Comunicare l’agricoltura: il seme giusto in ogni campo. Teresa Rosato e Raffaella Banchero, dell’agenzia Yoge, ci guidano in un percorso di scoperta delle tecniche di comunicazione e ci aiuteranno a capire quanto una corretta comunicazione può rappresentare un’opportunità per dare una veste grafica e uno stile di comunicazione alle aziende agricole che portano avanti un’impresa economica connotata da valori distintivi. Approfondiremo il tema dell’identità aziendale  (logo, payoff) e lo sviluppo dei principali materiali di comunicazione e di come posizionarsi sia sui canali digitali che offline (brochure, volantino eventi/prodotti, personalizzazione/pack prodotti, kit social, sito, video…). In conclusione vengono analizzati i valori e le caratteristiche distintive dell’impresa, la comunicazione con strumenti e toni coerenti, corredati da esempi virtuoso.

Requisiti:

  • Riservato partecipanti Scuola Terra

Docenti: Raffaella Banchero, Teresa Rosato

Gratuito

MAGGIORI INFORMAZIONI
Storia e archeologia

Storia e archeologia

Storia e archeologia dei paesaggi agrari e rurali della Liguria La lezione, dopo un primo inquadramento sul significato del termine paesaggio e sui diversi approcci di studio al paesaggio, approfondirà la storia del paesaggio agrario e rurale della Liguria a partire dalle ricerche condotte dai geografi storici Massimo Quaini e Diego Moreno, e dal loro dialogo con l'archeologia e con le discipline naturalistiche, anche attraverso la fondazione del Laboratorio di Archeologia e Storia Ambientale (centro interdipartimentale di ricerca DAFIST-DISTAV). L'ultima parte della lezione è dedicata a discutere delle eredità ambientali delle passate forme di gestione delle risorse e delle relazioni tra processi di patrimonializzazione in corso e conservazione e tutela del paesaggio

Requisiti:

  • Riservato partecipanti Scuola Terra

Docente: Anna Maria Stagno

Gratuito

MAGGIORI INFORMAZIONI
Conservare la Biodiversità

Conservare la Biodiversità

Conservazione della biodiversità e Convenzione di Rio de Janeiro Il seminario tratta del significato del termine Biodiversità come definito nella Convenzione di Rio de Janeiro del 1992 e della distribuzione della diversità biologica nelle diverse aree geografiche. Sono esposte anche le normative dell’Unione Europea e il significato della Rete ecologica Natura 2000.

Requisiti:

  • Riservato partecipanti Scuola Terra

Docente: Sebastiano Salvidio

Gratuito

MAGGIORI INFORMAZIONI
Turismo e biodiversità

Turismo e biodiversità

Il seminario illustra l’importanza delle risorse naturali nell’ambito dello sviluppo turistico globale e locale. Inoltre, sono illustrati alcuni recenti progetti che propongono alcuni elementi della biodiversità a livello locale come esempio, in particolare per le zone rurali dell’Appennino settentrionale.

Requisiti:

  • Riservato partecipanti Scuola Terra

Docente: Sebastiano Salvidio

Gratuito

MAGGIORI INFORMAZIONI
Fertilità del suolo

Fertilità del suolo

Fertilità del suolo e tecniche di mantenimento Al momento, la presenza di vita sulla terraferma viene fatta risalire a 2,7-2,9 miliardi di anni fa: sono utilizzati come “prova” alcuni depositi di terreno ricchi di sostanza organica provenienti dal Sudafrica. I primi vegetali terrestri simili a quelli che conosciamo oggi risalgono a circa 460 milioni di anni fa. I primi animali terrestri che erano molto piccoli, invece a 430 milioni di anni fa e il primo albero è arrivato pochi milioni di anni dopo. Questo ci dà l'idea del tempo a disposizione della vita per affinare le sue strategie di sviluppo nel suolo, strategie che potremmo riassumere oggi con la parola fertilità. Durante questo tempo per noi quasi infinito il pianeta ha conosciuto climi completamente diversi di quello di oggi e il suolo di oggi  se lo ricorda.

Requisiti:

  • Riservato partecipanti Scuola Terra

Docente: Philippe Lemoussu

Gratuito

MAGGIORI INFORMAZIONI
La nuova PAC 2023-2027

La nuova PAC 2023-2027

La PAC (Politica Agricola Comune) è una politica comune a tutti gli Stati membri dell’Unioneeuropea indirizzata allo sviluppo del settore agricolo uniforme in tutto il territorio comunitario.Sin dalle sue origini ha avuto l’obiettivo di garantire la sicurezza alimentare mediantepolitiche dei prezzi e finanziamenti destinati alla produzione agricola.E’ gestita e finanziata con risorse del bilancio annuale dell’UE e impegna circa un terzo delbilancio dell’Unione europea. In questo corso Francesca Zappalà approfodnisce questo tema, illustrando come questa politica sia cambiata nel tempo e come è strutturata oggi.

Requisiti:

  • Riservato partecipanti Scuola Terra

Docente: Francesca Zappalà

Gratuito

MAGGIORI INFORMAZIONI
Le varietà locali

Le varietà locali

Le varietà locali come strumento di recupero del territorio e delle comunità Fabrizio Bottari illustra e racconta le e origini e le attività realizzate dal Consorzio della Quarantina, le varietà tradizionali di patate della montagna genovese, il recupero produttivo e la loro valorizzazione. Si passsa poi a come innovare la tradizione e il valore della conservazione, dello scambio di semi e della ricerca.

Requisiti:

  • Riservato partecipanti Scuola Terra

Docente: Fabrizio Bottari

Gratuito

MAGGIORI INFORMAZIONI

Aziende partner

La Tabacca

La Tabacca

La Tabacca si trova sulle alture di Genova, a Voltri, frazione Fabbriche di San Bartolomeo, in zona Ravin, nel luogo chiamato Pian di Costa. La casa, a 380 metri sopra il livello del mare, è circondata da 7 ettari di terreno, 4 dei quali un tempo dedicati al pascolo e oggi coperti di bosco, e 1 ettaro per ortaggi, menta e rose. La morfologia del terreno è caratterizzata da terrazzamenti ricavati in tempi passati scavando parti collinari, delimitate da muri in pietra, costruiti a secco recuperando pietre presenti in una piccola cava vicina. L’azienda produce ortaggi, frutti di bosco e trasformati.  Francesca, la titolare, punta sulla qualità e specificità del prodotto da collocare in nicchie e filiere locali. Con l’aumento e la piantumazione di alberi da frutta e nuove fasce di terra acquistate si prevede un aumento della produzione. La Tabacca utilizza metodi di progettazione e tecniche di coltivazione ecologiche come l’agricoltura sinergica e naturale, al fine di mantenere fertili i suoli e di prevenire l’erosione del terreno.

mostra sito web Mostra di più
Tutti giù per terra

Tutti giù per terra

“Tutti giù per terra” nasce nel 2015 dal recupero di un terreno abbandonato, attraverso il sogno di una famiglia e dalla condivisione di una necessità: tornare alla terra, vivere insieme, lavorare all’aria aperta. Per questo, l'azienda ha messo l’aspetto sociale del lavoro in primo piano. Oggi Tutti giù per terra si estende per 8 ettari e mezzo sulle colline di Genova Voltri, i terreni sono destinati alle colture, al bosco e al pascolo. Un grande aiuto viene infatti dal rapporto sinergico con gli animali allevati: pecore, capre, galline, cavalli e asini aiutano Simona, la titolare dell’azienda, sia nella gestione dei terreni che nel lavoro della fattoria sociale.  Oltre all’allevamento, i terreni sono dedicati all’oliveto, all’orto stagionale e al frutteto. Tutti giù per terra lavora con tecniche sostenibili su terrazzamenti che guardano direttamente il mare. L’azienda ha anche un laboratorio di trasformazione che usa per progetti propri o per conto terzi. Qui, si è riusciti ad avviare un ciclo chiuso, basato sul riutilizzo degli scarti delle lavorazioni per la parte agricola e di allevamento.

mostra sito web Mostra di più


? Preferenze Cookies